Carne Bovina

Wagyu-Japanese Beef

I bovini giapponesi vengono allevati con cura, come se fossero membri della famiglia

I bovini giapponesi vengono allevati con cura dalla nascita fino alla vendita come se fossero membri della famiglia. Il segreto della bontà della carne bovina giapponese sta nell’amore e nell’attenzione per i particolari degli allevatori.

Metodi di allevamento

I bovini giapponesi vengono allevati da allevatori specializzati in vitelli dalla nascita ai 7-10 mesi. Vengono poi venduti al mercato dei vitelli e cresciuti da specialisti fino al raggiungimento dei 700kg di peso. Sebbene i vitelli vengono svezzati poco dopo la nascita e la loro dieta consista di latte artificiale, l’allevatore si prende cura di loro e li alleva uno ad uno facendo bere il latte personalmente e coprendoli con una speciale coperta per vitelli quando fa freddo.

Le piante di riso contribuiscono alla bontà del bovino giapponese

La dieta dei bovini giapponesi consiste di erba da pascolo, fieno di riso e mangime concentrato. Il fieno di riso insilato nel suo intero (con una tecnica conosciuta come WCS – whole crop silage) contribuisce al caratteristico colore bianco del grasso e all’aspetto marmorizzato che non può mancare al bovino giapponese.

Portiamo a pascolare liberi i capi per crescere  vitelli sani.

I tori e le mucche incinte vengono lasciati pascolare liberi contribuendo alla nascita di vitelli sani.


Dish picture

Il “segreto” della bontà del Wagyu

Il segreto della bontà della carne di manzo sta in 3 elementi: la consistenza, il gusto e l’aroma. Nel caso del Wagyu si può parlare di “Aroma del Wagyu”. L’aroma del Wagyu ricorda sapori dolci come quelli della pesca e della noce di cocco. Una volta in bocca, se masticato adeguatamente, sprigiona quelli che vengono chiamati “aroma retronasale (retrogusto)” e  “aroma da masticazione”.

L’aroma del Wagyu si sprigiona particolarmente a 80°C (176°F). Questa è anche la temperatura del Sukiyaki, considerato la portata più rappresentativa del Wagyu. L’aroma del Wagyu una volta sprigionatosi non lascia più la carne. Anche a pietanza fredda è possibile recuperare l’aroma solamente masticando la carne. Per questo si dice che il Wagyu sia buono anche da freddo.

La consistenza della struttura marmorizzata del grasso e l’aroma del Wagyu contribuiscono al suo sapore pregiato.

Page top